fbpx

Il solare è il nuovo Re dell’energia mondiale

Il solare è il nuovo Re dell’energia mondiale

Addio petrolio, è il solare il nuovo “RE” dell’energia mondiale

Il 2020. Un anno, quello della pandemia, che non potrà essere dimenticato da nessun produttore di energia e che dispiegherà tutti i suoi effetti anche in futuro.

Secondo alcuni studiosi il decennio 2020/2030 sarà quello con la più bassa crescita della domanda di energia degli ultimi cento anni. Ma, gli impatti non saranno ripartiti ugualmente su ogni fonte energetica. Infatti, per le rinnovabili ci sarà addirittura un leggero rialzo.

Nel suo scenario centrale (nel 2021 il Covid torna gradualmente sotto controllo e l’economia ai livelli precedenti) la domanda di energia potrebbe riprendersi a pieno solo nel 2023, un recupero che slitterebbe al 2025 nel caso di ripresa più lenta.

La frenata del petrolio e i progressi tecnologici dell’energia solare

In tutti gli scenari, tuttavia, a fare la parte del padrone sarà l’energia solare, il “nuovo re” dell’elettricità. Grazie ai progressi tecnologici questa tecnologia ora è più economica della produzione a carbone o a gas.

Nello scenario centrale le rinnovabili coprono l’80% della crescita della domanda al 2030. Certo, questa trasformazione metterà alla prova le reti di trasmissione, possibile anello debole dello sviluppo.

Quanto ai combustibili fossili, secondo le analisi degli esperti la domanda di carbone non tornerà ai livelli pre-crisi e per la prima volta, nel 2040, scenderà sotto la quota del 20%.

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Utilizziamo i cookie per rendere il nostro sito più facile ed intuitivo. I dati raccolti grazie ai cookie servono per rendere l'esperienza di navigazione più piacevole e più efficiente in futuro.