fbpx

Il piano di Biden: puntare tutto sul fotovoltaico.

Il piano di Biden: puntare tutto sul fotovoltaico.

Il Presidente americano ha impresso un notevole cambio di passo nella lotta al cambiamento climatico. Puntare tutto sulle rinnovabili e sul fotovoltaico grazie al credito d’imposta. Ma potrebbe non bastare.

Il neo presidente degli Stati Uniti d’America Joe Biden punta tutto sulla mobilità green, per combattere il cambiamento climatico e migliorare la qualità della vita delle persone.

Sfruttare al meglio le fonti energetiche rinnovabili. Il piano green di Biden partirà dall’eolico, con l’obiettivo di trainare il settore dell’energia fino al 2024, quando si prevede che l’energia solare sarà ben più sviluppata, arrivando al sorpasso sulla eolica entro il 2040.

Il fotovoltaico quindi sarà la scelta più redditizia, anche per le piccole imprese grazie al credito d’imposta del 30% sugli investimenti in questo campo fino al 2024, destinati a durare fino al 2050 con una percentuale del 10%.

Un dato estremamente interessante, che segna il cambio di passo impresso dal Presidente americano. Ma non ancora sufficiente: infatti, un’analisi pubblicata dall’Energy Information Administration’s (EIA), il fotovoltaico potrebbe coprire l’80% dell’energia rinnovabile totale entro il 2050. Dall’altro lato però gas naturale e combustibili fossili resteranno costanti nello stesso lasso di tempo.

La transizione energetica è ancora troppo lenta. Per questo motivo, il Congresso ha richiesto a Biden di prorogare il credito d’imposta al 30% oltre il 2024, accelerando cosi il processo di transizione e proiettare il Paese verso una copertura al 90% delle rinnovabili entro il 2035.

Utilizziamo i cookie per rendere il nostro sito più facile ed intuitivo. I dati raccolti grazie ai cookie servono per rendere l'esperienza di navigazione più piacevole e più efficiente in futuro.